Intestazione

Presso la Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo è inserito il Corso, teorico pratico, ad Indirizzo Musicale, dedicato all’insegnamento dello strumento musicale. Gli strumenti oggetto di insegnamento sono quattro: chitarra, pianoforte, violino e tromba. Tale Indirizzo Musicale è stato attivato secondo le modalità previste dal D.M. 201 del 6 agosto 1999 il quale, nell’istituire la classe di concorso di strumento musicale nella scuola media (n.77/A), ha ricondotto ad ordinamento l’insegnamento delle specialità strumentali riconoscendolo come “integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale”.

Il corso si innesca “nel più ampio quadro delle finalità della scuola secondaria e del progetto complessivo di formazione della persona. Rilevato il rapporto tra questa disciplina e gli altri campi del sapere, attraverso l’interdisciplinarità, la musica viene liberata da quell’aspetto di separatezza che l’ha spesso penalizzata” e ne viene resa esplicita e valorizzata la dimensione formativa sociale e culturale. La didattica strumentale proposta, in generale, poi, terrà conto del fatto che si tratta in gran parte di alfabetizzazione musicale (gli allievi sono solitamente privi di studi e/o esperienze musicali pregresse) e sarà realizzata tenendo conto delle finalità precipue della Scuola Secondaria di Primo Grado, avendo sempre presente che il corso di strumento si inserisce in un più ampio curriculum di studi il cui fine è la formazione dell’individuo attraverso lo sviluppo delle proprie capacità.

Finalità e struttura del corso strumentale
D’altra parte per alcuni alunni particolarmente brillanti e dotati si potrà prospettare la possibilità di proseguire gli studi musicali in scuole professionalizzanti, quali licei musicali o conservatori di musica. Per la qual cosa gli insegnanti proporranno, ai singoli allievi, un percorso di studio personalizzato e ottimizzato in base alle capacità ed agli obiettivi degli stessi. In quest’ottica i corsi di strumento rappresentano il necessario raccordo tra formazione musicale di base e l’alta formazione musicale.

  • L’insegnamento strumentale:
    - promuove la formazione globale dell’individuo favorendo, attraverso un’esperienza musicale resa più completa dallo studio di uno strumento, occasioni di maturazione logica, espressiva, comunicativa;
    - integra il modello curricolare con percorsi disciplinari intesi a sviluppare, nei processi evolutivi dell’alunno, unitamente alla dimensione cognitiva, la dimensione pratico-operativa, estetico-emotiva, improvvisativo-compositiva;
    - offre all’alunno, attraverso l’acquisizione di capacità specifiche, ulteriori occasioni di sviluppo e orientamento delle proprie potenzialità, una più avvertita coscienza di sé e del modo di rapportarsi al sociale;
    - fornisce ulteriori occasioni di integrazione e di crescita anche per gli alunni in situazione di svantaggio.

L’esperienza socializzante del fare musica insieme:
- accresce il gusto del vivere in gruppo;
- abitua i ragazzi a creare, a verificare e ad accettare le regole, a rispettare le idee degli altri e ad accoglierle in senso costruttivo, a recepire possibilità di cambiamento dei ruoli e, non ultimo, a superare l’individualismo e ad essere autonomi nel gruppo stesso.

Strutturazione del corso
Per l’accesso al Corso è prevista una apposita prova orientativo-attitudinale predisposta dalla Scuola per gli alunni che all’atto dell’iscrizione abbiano manifestato la volontà di frequentare i Corsi e non è richiesta alcuna conoscenza musicale di base. Gli alunni vengono inseriti, a seconda delle loro predisposizioni naturali e delle loro preferenze (ma sempre tenendo conto della omogenea distribuzione numerica dei ragazzi all’interno delle varie classi), in uno dei quattro corsi di strumento attivati (chitarra, tromba, violino, pianoforte).

Il corso strumentale prevede due rientri pomeridiani di pratica strumentale e un ulteriore incontro per la pratica della musica d’insieme.
- Lezione singola (durata circa 1h): si svolge il lavoro tecnico-musicale individuale; il singolo allievo apprenderà le basi tecnico-esecutive proprie dello strumento scelto, ed acquisirà, progressivamente, quella necessaria padronanza che gli permetterà di eseguire brani di difficoltà e complessità sempre crescente.
- Musica di insieme (durata circa 2h) o Solfeggio: gli allievi verranno riuniti per realizzare brani di musica di insieme con gruppi di varia grandezza no al gruppo comprendente tutti gli allievi (orchestra).

Nell’ambito della musica d’insieme si realizzeranno ogni anno alcuni appuntamenti pubblici (nel periodo pre-natalizio e alla fine dell’anno scolastico) con esibizioni all’interno ed all’esterno della scuola. Inoltre verranno di anno in anno programmate ulteriori attività (partecipazioni a manifestazioni, concerti, incontri con altre scuole musicali, ecc.) tutte caratterizzate da un alto valore formativo.

indirizzo musicale 452x226

OK registro

comunicazioni avvisi

OK calendario

OK libri

OK patto

ptof

pdmOK

OK rav

orientamentoOK

OK modulistica3

pon smart class

pnsd

PUBBLICITÁ LEGALE - ALBO ONLINEalbosemplice800x200

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTEat800x200

FONDI STRUTTURALI EUROPEI (FSE) PON MI FSE

 FONDI EUROPEI DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)
PON MI FESR